Come nel tormentone “mai più senza” di Enzo e Carla protagonisti di “Ma come ti vesti?” in TV, possiamo affermare che ci sono 5 accessori indispensabili da avere sempre a bordo del proprio camper.

Vediamo nel dettaglio quali sono, il perché non possiamo farne a meno, il loro uso e qualche consiglio per l’acquisto.

 

1)      I cunei livellatori

Lo sapete quali sono gli accessori per camper più venduti nei negozi di articoli da campeggio? I cunei livellatori. Già proprio così! Sono gli accessori più dimenticati nelle piazzole del campeggio o dell’area di sosta. Oppure vengono utilizzati in modo improprio posizionandoli con pietre o pezzi di legno sottostanti e una volta saliti con il camper, si spezzano. Perciò, al momento dell’acquisto, leggete bene l’omologazione del peso che sopportano, posizionateli in modo piano e nel caso la pendenza sia elevata, per alcuni modelli, potete accoppiare due cunei e cercare di posizionare il camper più in piano possibile. In commercio li trovate solitamente in materiale plastico.

 

2)      Coperture per i vetri della cabina  

Sia le coperture interne che quelle esterne sono indispensabili per diversi motivi. Innanzitutto per la sicurezza. Quando parcheggiate il vostro camper più oscurate l’interno e più allontanate sguardi indiscreti di malintenzionati. Inoltre vi schermate dalla luce e nelle prime ore del giorno non avrete il problema dei raggi del sole che, come lame, vi “tagliano” il sonno. L’uso più importante è però quello della protezione dal caldo e dal freddo. Sia in estate che in inverno sono consigliate quelle esterne abbinate ad un copricruscotto così da bloccare i raggi solari prima che il calore venga amplificato dai cristalli del camper e per creare una barriera che mantenga una temperatura ottimale anche nella cabina. Gli oscuranti interni possono essere utili in sosta libera così da poter ripartire senza scendere dal camper. Ricordatevi però che nelle stagioni fredde, provocano condensa sui vetri. Un copri vetri di qualità vi permetterà di consumare meno gas per riscaldare l’ambiente in inverno e, in estate, toglierà qualche grado in cabina per far lavorare meglio il condizionatore, soprattutto alla partenza quando avete lasciato il camper al sole in un parcheggio.

 

3)      Pannello solare e inverter

 

Due accessori indispensabili, che vanno in tandem nell’uso tanto da considerarli un unico oggetto, sono il pannello solare e l’inverter. Il primo è fondamentale per aiutare a ricaricare la batteria nelle soste a motore spento, il secondo per trasformare l’energia della batteria da 12 volt a 220 volt. Questo permette di alimentare elettrodomestici “casalinghi” anche quando non siete collegati con un cavo ad una colonnina di energia esterna.

L’avvertenza è quella di scegliere un pannello adeguato alla batteria. In ogni caso vi consigliamo di non acquistare un pannello sotto i 100 watt se si vogliono buone prestazioni. Per quanto riguarda l’inverter, posizionatelo in una zona comoda per l’uso che pensate di trarne e il più vicino possibile alla batteria. Se per esempio lo utilizzerete per caricare il cellulare, la macchina fotografica o l’ipad, situatelo vicino a un ripiano.

 

4)      Antifurto perimetrale

 

Per la sicurezza sia vostra che dei vostri cari, un antifurto perimetrale, ovvero collegato a porte, finestre e gavoni, è d’obbligo. Non tanto perché impedirà al malvivente di rubare il camper, ma bensì sarà una sveglia nel caso voi siate a dormire dentro il camper e qualcuno voglia entrarci e soprattutto, il rumore dell’allarme in azione, sveglierà anche i vostri vicini e difficilmente il ladro continuerà nella sua azione.

 

5)      Piccoli accessori da non dimenticare!

 

L’ultima voce è in realtà un insieme di piccoli accessori che vi permetteranno di vivere il vostro camper al meglio senza rimanere al buio, senza acqua o senza assistenza medica.

Sono fondamentali un cavo elettrico con le due prese europee (quelle blu) da almeno 10 metri e gli adattatori che dalla presa europea si inseriscono in una presa comunissima da casa. Molte aree di sosta e alcuni campeggi non sono ancora aggiornati con gli attacchi europei e si rischia di rimanere al buio. Stesso discorso per le colonnine dell’acqua che trovate. In un comunissimo garden center potete acquistare le diverse misure degli adattatori da montare sul rubinetto in cui agganciare la vostra canna per riempire il serbatoio del camper. L’ultima raffinatezza riguarda la salute. Stabilito che ci sono farmaci strettamente personali, a bordo di un camper non deve mancare un kit primo soccorso che potete trovare un qualsiasi comune supermercato. Ghiaccio secco, cerotti di diverse misure, cotone, disinfettante, garze e bende sono d’obbligo.

E ora fate tesoro di questi consigli per godervi le meritate vacanze in pieno relax.